Blog


IMG-20190417-WA0009-1200x768.jpg

11 Giugno 2019

Appuntamento a Padova presso la sede del Comune, Palazzo Moroni, Sala Paladin il 18 giugno dalle 9:30 alle 13:30

La Mobilità Sostenibile in era digitale è il tema che verrà sviluppato a Padova nella mattinata del prossimo 18 giugno dalle 9.30 (Palazzo Moroni, sala Paladin) durante il PAsocial Day del Veneto organizzato dall’Associazione Nazionale della Nuova Comunicazione Pubblica #PAsocial in partnership con il Comune di Padova Assessorato alla Mobilità e il supporto locale del DigitalMeet (Fondazione Comunica) e del Master Interregionale PISIA dell’Università degli Studi di Padova.

Un momento per ripensare la mobilità in un’ottica ancor più sostenibile, che sappia interagire con più opzioni e modalità, grazie a soluzioni digitali e alle potenzialità della nuova comunicazione pubblica, per favorire pratiche sostenibili, modelli di partecipazione e diffusione di una cultura della sostenibilità e dell’innovazione. Fattori chiave che, massimizzando i benefici sociali, ambientali ed economici, aumentano il city brand in chiave internazionale sposando i principi della Agenda 2030.

Un programma che si preannuncia unico nel suo insieme, in cui sono state individuate le best practices nazionali e locali, con il valore aggiunto degli esperti dell’industria 4.0, dei servizi sostenibile e della valutazione dei servizi pubblici. Buone pratiche in cui vengono valorizzati sinergicamente strumenti e servizi abilitanti per captare le modalità, i bisogni e i nuovi stili di vita che si interfacciano con l’arena urbana e le opportunità legate alla industria 4.0.

Il #PAsocial Day è in contemporanea in tutta Italia in diretta live sul sito di www.pasocial.info ed in contemporanea nel canale facebook del Comune di Padova (#pasocial). L’evento padovano sarà introdotto dal Presidente di PAsocial Francesco Di Costanzo e dal Vicesindaco di Padova Arturo Lorenzoni a cui seguiranno gli interventi della giornata dedicati alla mobilità sostenibile ed il mondo digitale: Francesca Anzalone – Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale; Andrea Ragona – Presidente Busitalia Veneto; Agnese Fedeli, Città Metropolitana di Firenze; Riccardo Bentsik, AD APS Holding; Francesca Quiri, Brescia Mobilità; Gianni Potti – Presidente Fondazione Comunica; Andrea Greggio, Seo La Semaforica; Davide Lazzari, Business Development Mobike; Gianluca Pin, AD Bici in città; Maria Stella Righettini, Università degli Studi di Padova.

I protagonisti della giornata metteranno in luce criticità e punti di forza per affrontare il cambiamento, valorizzare aspetti come l’apertura agli stakeholders e la partecipazione dei cittadini, che con il loro apporto possono aiutare le istituzioni pubbliche a rendere efficiente la pianificazione di servizi su ampia portata, d’impatto reale ed efficace nel garantire risultati immediati. Esempi e soluzioni per porre le basi di un solido modello di crescita dei servizi di mobilità integrata per favorire la sostenibilità anche mediante la transizione al digitale fra app, social, web tv, servizi mobile, ecc. Nuova Comunicazione come mezzo per dare e ricevere input sui bisogni dei cittadini, in cui i frutti si potranno apprezzare con l’aumento del livello di qualità della vita nelle città italiane.

«Il PA Social Day – spiega Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social – sarà una grande occasione di confronto, partecipazione, scambio di buone pratiche, una ulteriore opportunità di crescita per la rete nazionale della nuova comunicazione. Ogni anno, con soddisfazione, assistiamo ad una crescita nel numero e soprattutto nella qualità di buone pratiche in tutto il Paese, l’Italia è un modello per enti e aziende pubbliche che utilizzano web, social network, chat, intelligenza artificiale per la comunicazione, l’informazione e i servizi al cittadino. Non è un caso e lo faremo nuovamente il prossimo 20 giugno a Tunisi su invito Ocse, che il nostro Paese con PA Social sia considerato un modello da seguire a livello internazionale. Il PA Social Day è un evento unico nel suo genere, aperto a tutti e con il coinvolgimento di tantissime persone in tutta Italia: PA, utilities, imprese, singoli professionisti, amministratori pubblici, manager, cittadini. Una comunità-community sempre viva di cui dobbiamo essere orgogliosi. Il lavoro sulla nuova comunicazione con divulgazione, formazione, ricerca, va avanti con un sempre più forte spirito d’innovazione che il PA Social Day rappresenterà con 18 città impegnate in contemporanea e con numerose novità rispetto alla scorsa edizione».

«Le tecnologie digitali possono offrire diverse opportunità per la gestione strategica della mobilità in città – spiega il Vicesindaco di Padova Arturo LorenzoniIl monitoraggio dei flussi, attraverso l’uso di telecamere e sensori che permettono di ricostruire i movimenti in maniera molto precisa, fornisce dati che permettono di indirizzare e razionalizzare la mobilità. Da un lato quindi l’acquisizione e l’analisi dei dati, dall’altro la comunicazione con gli utenti, attraverso canali immediati come le app, che consentono di dare indicazioni in tempo reale per esempio sui parcheggi disponibili. Le tecnolgie digitali ci permettono quindi di9 migliorare i servizi tradizionali e di offrirne di nuovi».

Mirko Palmieri responsabile PasocialDay Veneto punta i fari sul focus patavino: «La mobilità intelligente è l’espressione dell’implementazione della vision che pone fra i sui principi cardine il Vivere il territorio in chiave sostenibile ed integrata. Una visione che non può scindersi dalle modalità di comunicazione social e digitali per far conoscere e/o per l’utilizzo di servizi innovativi e sostenibili, sempre più diffusi e legati all’attualità della vita quotidiana, in quanto espressione di un arena sociale sempre più connessa e che rende viva la propria città. Flussi, spostamenti, servizi digitali, IoT, AI, social media, mettono in campo più prospettive urbane, dal vivere al governare le città, dal saper comunicare i servizi al metterli a sistema e rendere le PA in grado di captare i nuovi bisogni legati alla crescita ed internazionalizzazione del proprio city brand. Gli interventi metteranno in evidenza come il supportare la sinergia tra gli attori del cambiamento possa favorire la nascita di nuove tecnologie e soluzioni che possano essere a disposizione delle città, con un impatto reale sulla quotidianità dei cittadini e l’innalzamento della qualità della vita, divenendo terreno fertile per chi vuole investire e creare servizi anche pubblico/privati in grado di apportare valore aggiunto alle attuali e future città intelligenti e green cities italiane».

Digitale come motore della sostenibilità nella quotidianità urbana come mette in evidenza Giani Potti, Presidente Fondazione Comunica e Founder DIGITALmeet ove «il digitale non è solo innovazione e velocità dei processi ma anche sostenibilità e miglioramento della qualità della vita. Ecco perché l’alfabetizzazione digitale aiuterà ciascuno di noi ad utilizzare meglio le risorse naturali del pianeta»

Francesca Anzalone, esperta di comunicazione digitale e Membro del Comitato Scientifico Osservatorio Nazionale sulla comunicazione Digitale focalizza l’attenzione su inclusività e innovazione non solo dal punto di vista digitale, ma anche di pensiero: «Benessere, accessibilità, inclusione sociale e qualità della vita al centro della trasformazione che stiamo vivendo quotidianamente, grazie anche alla consapevolezza e all’uso di soluzioni innovative che ci permettono di ottimizzare l’uso dei mezzi pubblici, ma anche di rieducarci all’attività fisica in un costante dialogo tra persone e città. Il cittadino al centro, e ancor di più la persona al centro, protagonista della vita sociale nella città, nella cittadinanza aziendale grazie a economia con impatto sociale e grazie a nuovi punti di riflessione e approfondimento che animano oggi la comunicazione tra cittadini, tra cittadini e città, tra cittadini e aziende, tra aziende e città. Un circolo virtuoso in grado di generare benessere sociale».

Una giornata , quindi , che guarda al futuro delle città. In cui riprendendo le parole della professoressa Maria Stella Righettini, Direttrice del Master PISIA dell’Università degli Studi Padova, esperta di valutazione di servizi pubblici: «Comunicazione , valutazione e digitalizzazione sono i tre pilastri della governance, della sostenibilità e del futuro della PA nei servizi e nelle politiche territoriali».

#PAsocial Day Veneto Padova 9.30/13.30 il 18 giugno 2019, Palazzo Moroni.

Clicca qui per leggere il programma completo


FC-ASPIAG-PARMA.jpg

15 Maggio 2019

E’ in arrivo a Parma il truck che sarà adibito a classe per il Laboratorio Gratuito di Alfabetizzazione Digitale.

Il Laboratorio è promosso da Despar e Fondazione Comunica, in attesa di DIGITALmeet, il più grande festival sul digitale, per lavorare ad un obiettivo comune: contribuire alla diffusione delle competenze digitali nel nostro territorio, perchè nessuno deve essere lasciato indietro!

Gli incontri si svolgeranno giovedì 23 e giovedì 30 maggio nel truck allestito di fronte al punto vendita Interspar di Parma nel quartiere San Leonardo.

E’ possibile prenotare il proprio posto ad uno dei due incontri in programma il giorno 23/5 e 30/5:

  • dalle 17:00 alle 18:00
  • dalle 18:15 alle 19:15

Programma:

  • Quali sono i trucchi per utilizzare al meglio il proprio smartphone?
  • Come effettuare acquisti online in sicurezza?
  • Come tutelare i propri dati online?

Clicca qui per iscriverti!

 


Revamping-1-1200x675.jpg

14 Marzo 2019

Giovedì 21 marzo fa tappa a Padova il roadshow, “Revamping 4.0: connetti, controlla, migliora“, ovvero la trasformazione dell’azienda in industria 4.0 tramite IOT senza sostituire i macchinari presenti in azienda.

L’incontro è un’occasione per far conoscere alle aziende il modo più semplice e veloce per trasformare, attraverso l’internet of things,  la propria azienda in industria 4.0, attuando il revamping industriale.

Verranno presentati i case history di successo e le tecnologie IOT abilitanti per industria 4.0 disponibili ad oggi per poter trasformare velocemente ed efficacemente la propria azienda, senza la necessità di dover acquistare nuovi macchinari.

La conseguenza è quella di avere una azienda e di conseguenza prodotti e servizi più competitivi sul mercato!

L’evento è organizzato da IotItaly in collaborazione con DIGITALmeet, t2i, CNA Padova, RushUp, Aiknow, Projecta e NovaFund.

AGENDA

REVAMPING 4.0: connetti – controlla – migliora
trasforma l’azienda in industria 4.0 attraverso IOT

16.30 – 16.40

  • Saluti di benvenuto:
    • Elisa Milanese, socia fondatrice Associazione IoTItaly

16.40 – 17.00

  • Keynote:

    • Roberto Santolamazza, Direttore t2i, Trasferimento Tecnologico
    • Gianni Potti, Presidente Fondazione Comunica e founder DIGITALmeet
    • Luca Montagnin, Presidente CNA e Consigliere Camera di Commercio di Padova Delegato all’Innovazione

17.00 – 19.15

  • Round Table, modera Luciano Pini, STMicrolectronics  South, East Europe Israel & Nordic IoT Biz Development Sales Director
    • Christian Raineri, CEO RushUp – “Tecnologia abilitante per l’industria 4.0: Utilizzare dispositivi intelligenti e connessi per digitalizzare i processi produttivi in maniera concreta ed efficiente.”
    • Massimo Perani, CEO Aiknow – “Dai dati al controllo, gestione delle informazioni provenienti dalle macchine e dai processi.
      Attivare i vantaggi dell’IoT nell’industria 4.0 attraverso la raccolta, l’elaborazione, la visualizzazione ed il controllo dei dati provenienti dal campo.”, Massimo Perani
    • Massimo Rossi, Projecta – “Come gestire un vecchio impianto con le soluzioni tecnologiche innovative e integrate?”
    • Ing. Lucilla Lanciotti, Consigliere Delegato di NovaFund Spa – Industry 4.0 – Strumenti agevolativi per ottimizzare gli investimenti. 
Quali sono i contributi e gli incentivi fiscali rivolti all’Industria 4.0 a cui posso accedere?
    •  Q&A

19.15 – 20.00

  • Aperitivo e networking

IMG_5747-1200x900.jpg

14 Maggio 2018

La Dichiarazione di Padova, presentata nel termine del convegno “Per un’etica del digitale” svolto presso l’Aula Magna sabato 12 maggio, è stata consegnata da don Roberto Ravazzolo (responsabile Festival Biblico Padova), Gianni Potti (Presidente Fondazione Comunica e founder DIGITALmeet), don Marco Sanavio (Direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Padova), Martina Pastorelli e Matteo Maria Giordano (fondatori di #digitaletica) alla presenza del prof. Rosario Rizzuto (rettore dell’Università di Padova) al Cardinal Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, come affidamento ideale di questo orizzonte di impegno anche alla Chiesa Italiana.

Nella foto: da sinistra il Direttore Generale dell’Università di Padova, dott. Alberto Scuttari, il dott. Gianni Potti, Presidente di Fondazione Comunica e Founder DIGITALmeet,  il Cardinal Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, don Roberto Ravazzolo, responsabile Festival Biblico Padova, don Marco Sanavio, co-fondatore di #digitaletica, il Magnifico Rettore dell’Università di Padova, Prof Rosario Rizzuto.

È possibile firmare online la dichiarazione a questo indirizzo:
https://www.change.org/p/tutti-dichiarazione-di-padova-per-un-nuovo-orizzonte-etico-del-digitale

 


IMG_0828-1-1200x900.jpg

18 Ottobre 2016

DIGITALmeet 2016, le presentazioni a Pordenone e a Modena. Il mini-tour di conferenze stampa di lancio di DIGITALmeet si è concluso con una novità.

 

Con l’appuntamento di ieri a Modena si è conclusa anche l’ultima conferenza stampa di presentazione di DIGITALmeet, dopo gli appuntamenti di Padova e Pordenone.

A Pordenone, oltre al Presidente di Fondazione Comunica Gianni Potti, hanno partecipato il Capo Retail di Friuladria Davide Goldoni e il Co-founder di Talent Garden Pordenone Paolo Gianis.

image
IMG_0789
IMG_0836

A Modena invece hanno partecipato alla conferenza stampa Maurizio Castignetti, presidente Fondazione San Filippo Neri, Ludovica Carla Ferrari, assessore a Bilancio e Smart city del Comune di Modena Michele Colajanni, docente dell’Università di Modena e Reggio Emilia e direttore del corso di perfezionamento in Cyber Security, Gianni Potti, presidente Fondazione Comunica e Christian Maiolo, founder AD Consulting.

E proprio a Modena c’è stata la firma sull’accordo tra Fondazione Comunica e la prima Cyber Security Academy d’Italia, un accordo che punta a portare anche in Veneto con Fondazione Comunica questa eccellenza italiana con l’obiettivo di diffondere sempre di più la cultura digitale tra i cittadini e tra le imprese.


A-Padova-il-primo-Talent-Show-del-Design-per-creativi-825x340-1.jpg

5 Ottobre 2016

DIGITALmeet presenta il primo Talent Show del Design: venerdì 21 ottobre appuntamento con il Design City Padova.

Mancano pochi giorni per iscriversi al primo Talent Show Del Design, evento inserito nella quarta edizione di DIGITALmeet e organizzato dal team del Design City Padova, che vuole offrire ai nuovi talenti del mondo del design un trampolino di lancio per farsi notare dagli esperti del settore,

Un’occasione importante per trovare nuovi stimoli anche per le aziende che credono nell’innovazione come indice di crescita e sviluppo economico. Venerdì 21 ottobre alle 18.30 nella fantastica location di SpazioNodo (Via dell’Artigianato 3, Padova) una giuria esclusiva, composta da esperti di design insieme ai rappresentanti delle associazioni di categoria, valuterà le idee e le proposte dei giovani designer che avranno il coraggio e la voglia di mettersi in gioco partecipando al primo Talent Show del Design

Il Talent Show del 2016 sarà la prima vera opportunità italiana dedicata ai designer, un evento esclusivo che punta a individuare i nuovi talenti nel campo del design mettendoli a confronto con l’esperienza delle aziende del territorio, attraverso un innovativo format che riprende gli aspetti più popolari e noti al grande pubblico dei talent televisivi. I partecipanti infatti esporranno la propria idea mettendosi in gioco di fronte ad una giuria di esperti.

Sul sito ufficiale di Design City Padova è possibile scaricare il bando completo per scoprire tutte le modalità di iscrizione al Talent Show del Design. Le iscrizioni resteranno aperte fino al 7 ottobre.

Design City Padova

Da un’idea di Intubútu nasce Design City Padova, un’iniziativa promossa da Fondazione Comunica con Confindustria Padova, Unione Provinciale Artigiani di Padova, CNA Padova Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola media impresa, in collaborazione con il DIGITALmeet 2016 e il Premio Made in Padova. Design City Padova è un punto di riferimento per il settore del design per creare nuove relazioni tra la progettazione e il “saper fare”, tra i designer e l’esperienza dell’industria manifatturiera.

Il tema dell’edizione 2016 “Design&Technology” vuole rafforzare e promuovere l’utilizzo e l’inclusione delle nuove tecnologie nell’ambito del design sia nel prodotto che nei processi di produzione, ritenendo necessario l’introduzione della tecnologia come salvaguardia per il Made in Italy. L’evento DESIGN CITY vuole incoraggiare la nascita di nuove opportunità per i designer e favorire lo sviluppo economico del nostro territorio. DESIGN CITY si propone di diventare un appuntamento itinerante: un evento che mira a coinvolgere tutta la provincia e non rimane esclusiva della singola realtà cittadina padovana.

La location

SpazioNodo (Via dell’Artigianato 3, Padova) è uno spazio progettuale dove si incontrano interior design, architettura, comunicazione, grafica, design, servizi audio-video, domotica e landscape design.

Partner

L’evento è stato realizzato con la partnership tecnologica di EGGON, team internazionale che idealizza e produce applicazioni, come la nuova funzione web, creata appositamente per il Talent Show del Design, che permetterà al pubblico di votare durante l’evento, anche comodamente da casa; di CheBellaGiornata, giovane start up padovana che si occupa di promozione turistica attraverso i social network, grazie alla quale l’iniziativa è stata promossa sulla pagina Facebook “Padova”, seguita da 61mila followers; e grazie alla partnership con l’azienda SapiSelco, che da oltre 60 anni è leader nella produzione di fascette di cablaggio, producendone circa 6 miliardi di pezzi all’anno e grazie al cui supporto tecnico il visual artist dell’evento realizzerà la nuova installazione “White Could”, presso lo spazio creativo @NodeDesign.


curtain-opening.jpg

11 Settembre 2015

E’ arrivato finalmente il momento di iniziare a svelare il programma di DIGITALmeet, giunto ormai alla terza edizione, che tra il 22 e il 25 ottobre porterà il web e il digitale al centro della vita del Nordest: saranno 150 gli speaker che racconteranno in 70 eventi gratuiti come internet e le tecnologie digitali non sia risorse destinate a pochi, ma nuove opportunità per tutti.

Manifattura digitale, occasione per la crescita

Il tema cardine di questa edizione è la manifattura digitale come grande occasione per la crescita, non solo di questo comparto, ma di tutto il sistema Paese. Saranno quindi molti gli appuntamenti dedicati ad un approfondimento dei diversi ambiti in cui il digitale può rivoluzionare il settore manifatturiero, cominciano a scoprirne alcuni.

Giovedì 22 ottobre è una giornata densa di incontri: alla mattina l’Università Ca’ Foscari ci ospiterà presso il Campus Tecnologico di Mestre (VE) per parlare di Digital Single Market, il mercato digitale unico a livello europeo che rappresenterà una grande opportunità per imprese e cittadini. Tra gli ospiti saranno presenti Antonio Samaritani, il nuovo direttore generale dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID), e il magnifico Rettore di Ca’ Foscari, il professore Michele Bugliesi. Nel pomeriggio, due appuntamenti da non perdere: A Verona ci si interrogherà, cercando le giuste risposte, su quale è il futuro della banda larga nel nostro Paese, e sul perchè questa sia una partita cruciale per il futuro delle imprese; a Vigonza (PD), invece, il Politecnico Calzaturiero sarà il centro di un dibattito dedicato a studenti ed imprese su come il digitale stia rivoluzionando il settore calzaturiero, uno dei fiori all’occhiello del nostro tessuto industriale.

Venerdì 23 spazio a due eventi su temi tanto attuali quanto distanti tra loro: al Museo della Grappa di Poli Distillerie a Schiavon (VI) parleremo di come le tecnologie digitali e i musei d’impresa possano aiutare un’azienda a riscoprire, valorizzare e raccontare la propria storia, un patrimonio culturale che ha spesso radici profonde nel territorio in cui l’impresa opera. A Padova, invece, spazio all’innovazione e al futuro (e presente) della manifattura e del commercio: Imprese e consumatori, ora in un’unica rete chiamata Internet delle Cose, in cui si alterneranno momenti di approfondimento e presentazione di case history locali.

Sabato 24 allargheremo invece gli orizzonti: come può il digitale trainare le imprese verso l’internazionalizzazione? Tra gli speaker presenti avremo Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau e Davide Dattoli, Amministratore e Co-Founder di Talent Garden.

Gli eventi dei Partner: DIGITALmeet fa rete!

L’Associazione Joomla Veneto è stata tra i primi partner a raccogliere l’invito di DIGITALmeet, rispondendo con un programma di workshop dedicati al web marketing, all’Open Source e all’uso consapevole degli strumenti digitali che copriranno tutte le province del  Veneto. Sono già confermati gli appuntamenti di Zelarino (VE), Padova, Belluno e Ceregnano (RO).

Saranno addirittura quattro gli appuntamenti organizzati da Verona FabLab, dall’Aperitivo Maker di giovedì 22 ottobre all’Open Day con workshop su Arduino di sabato 22, passando per l’Open Day dedicato alle scuole e il dibattito sull’ evoluzione della fotografia digitale di venerdì 23.

Ma non finisce qui, il programma di DIGITALmeet si arricchisce di appuntamenti per tutti i gusti: dal seminario dedicato alle donne e alle opportunità che il digitale può dare loro, alla giornata che Officine Digitali ZIP dedica alla realtà aumentata e virtuale, passando per il workshop organizzato dal Gruppo 100100 di Confindustria Vicenza dedicato a fabber e insegnanti su come sviluppare competenze nella didattica in ambito di pensiero logico-computazionale. Approfondiremo anche come il digitale ha cambiato l’editoria, con ospiti i fondatori di “Il Milanese Imbruttito e Paolo Zardi, autore di “XXI secolo” (Neo Edizioni) e candidato al Premio Strega 2015, e una tema caldo per i web developer come Flux e la sua implementazione Redux.

Nelle prossime settimane continueremo ad aggiornare il calendario con sempre più appuntamenti, diffusi in tutto il Nordest e cercando di soddisfare più interessi possibili. Il programma di DIGITALmeet è ancora tutto da scoprire, restate connessi!

 



17 Luglio 2015

Martedì 28 Luglio 2015

@ Banca Popolare Friuladria (Piazza XX Settembre)

Ore 18.45 (dalle 18 sarà possibile una visita guidata di Talent Garden Pordenone, Piazzetta Aldo Furlan 4)

Talent Garden Pordenonelogo Friuladria - Sponsor

#APERIDEE – DEGUSTAZIONI DI BUSINESS

Anteprima DIGITALmeet si arricchisce di un nuovo evento: martedì 28 luglio alle ore 18,45 Banca Popolare Friuladria ospiterà #Aperidee – degustazione di Business,  un format dei GIOVANI IMPRENDITORI di O.G.G.I. PN, sigla che unisce i gruppi giovani imprenditori di Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio ed Unione Industriali.

#Aperidee nasce dalla volontà di trascendere dai classici incontri formali basati su lunghi indirizzi di saluti, convegni e comizi, per lasciare spazio al dialogo diretto e mirato, con un solo obiettivo:

CONOSCERSI e CONOSCERE per CRESCERE!

L’evento è aperto a tutte le persone di Mentalità Giovane, indipendentemente dall’età anagrafica.

CONOSCERSI

Tutti i partecipanti verranno muniti di Badge identificativo indicante Nome, Azienda e Settore Attività; i BADGE saranno di 3 COLORI DIVERSI, uno per gli IMPRENDITORI, uno per i rappresentanti delle ISTITUZIONI ed uno per PROFESSIONISTI, ASPIRANTI IMPRENDITORI, DIPENDENTI, ecc… In questo modo si intende velocizzare il processo conoscitivo con l’intento di agevolare la creazione di sinergie tra giovani e creare un punto di dialogo positivo e propositivo con i rappresentanti delle Istituzioni.

CONOSCERE

All’interno dell’evento verranno istituiti dei punti di informazione sulle opportunità offerte dal Territorio alle giovani aziende e agli aspiranti imprenditori, come ad esempio le nuove formule di accesso al credito ed i servizi che le quattro Associazioni di Categoria possono offrire agli imprenditori o aspiranti tali.

CRESCERE

La serata sarà caratterizzata, oltre che dalle nuove sinergie, anche da alcuni spunti dei Gruppi Giovani Imprenditori volti a stimolare la voglia di mettersi in gioco e di essere propositivi nei confronti del Territorio.

Quest’anno i giovani imprenditori di #Aperidee incontrano Talent Garden Pordenone e la Banca Popolare Friuladria.

(Troverete il programma completo sulla locandina)

Partecipazione ad offerte libera, gradita la preregistrazione su www.unindustria.pn.it
Per informazioni: [email protected] – 0434 526 410

Anteprima-DIGITALmeet-intervista-a-Massimo-Marchiori.png

25 Giugno 2015

Massimo Marchiori, l’intervista alla presentazione di Meno Internet, più Cabernet all’Anteprima DIGITALmeet


In occasione della presentazione di Meno Internet più Cabernet organizzata al Talent Garden di Padova per l’Anteprima DIGITALmeet abbiamo intervistato Massimo Marchiori.

Il geniale scienziato padovano ha dimostrato di essere un grande comunicatore e divulgatore, lanciando una serie di spunti decisamente interessanti, partendo da una provocazione: perché non provare a staccare completamente da internet per un’ora al giorno?

Un’idea utile non solo cercare di essere meno pigri e per riscoprire il lato Cabernet della vita, ma anche per coltivare con più entusiasmo la nostra vita online.

StartUp Grind Veneto e Stefania Brogin saranno invece i protagonisti del terzo appuntamento dell’Anteprima DIGITALmeet


startUpGrindVeneto.png

15 Giugno 2015

Lunedì 29 Giugno 2015

@Talent Garden Padova (Via Croce Rossa, 36)

Ore 18.30

Stefania Brogin

Il terzo appuntamento di Anteprima DIGITALmeet vede protagonista StartUp Grind Veneto, l’associazione internazionale fondata in California da un gruppo di appassionati di innovazione e impresa che da pochi mesi è arrivata in Veneto. La startup americana, sponsorizzata da Google for Entrepreneurs, ha come obiettivo educare, ispirare e connettere le persone migliori del nostro territorio e crede molto nelle potenzialità e nell’interesse del sistema economico locale. Il format, già attivo in più di 150 città di tutto il mondo, conta di intervistare su scala globale le migliori Start Up, esperti di investimenti e del mondo universitario, che nel raccontare le loro esperienze di successo forniscano un valido esempio per giovani e aziende tradizionali.

Ospite di questo appuntamento è Stefania Brogin, imprenditrice padovana impegnata nel Fashion e nella promozione in Italia e nel mondo dell’empowerment femminile. Da lei una serie di ispirati approfondimenti e una bella storia di impresa.

PROGRAMMA

ore 18.30 – Aspettando l’intervista: presentazione StartUp Grind e Talent Garden

ore 19.00 – Intervista a Stefania Brogin: donne e impresa, trend e scenari per startup e aziende tradizionali. Paco Perez: una storia che unisce bellezza e innovazione.

ore 20.00 – Networking con aperitivo

L’evento è a pagamento e, visto il numero limitato di posti a sedere, è consigliata la registrazione