Anche la Presidente Casellati sostiene DIGITALmeet

11 ottobre 2018
casellati-potti-depoli1.jpeg

La seconda carica dello Stato ha ricevuto in dono la maglietta di #DM18
L’incontro con Gianni Potti e Antonio De Poli a Palazzo Madama

 

Roma, 11 ottobre 2018 – C’è anche la seconda carica dello Stato, la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, tra le autorità che hanno deciso di sostenere DIGITALmeet, il festival sull’alfabetizzazione digitale più grande e diffuso d’Italia, organizzato da Fondazione Comunica e Talent Garden Padova per il sesto anno consecutivo. Gianni Potti, Presidente di Fondazione Comunica e Founder DIGITALmeet, e Antonio De Poli, Questore Anziano del Senato, sono stati ricevuti dalla Presidente Casellati nel suo ufficio di Palazzo Madama e le hanno regalato la maglietta di #DM18, «a riprova di come la cultura digitale sia un tema centrale non solo per il mondo produttivo, ma anche per le istituzioni che governano il Paese». L’omaggio è stato particolarmente gradito, tanto che la Presidente del Senato ha accettato di posare con la maglietta del festival e ha pubblicato la foto dell’incontro sui suoi profili social. La Presidente Casellati inoltre ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa, che quest’anno coinvolgerà 16 regioni dal 17 al 21 ottobre con oltre 150 eventi e 300 speaker.

Il programma dell’edizione 2018 è stato presentato mercoledì mattina sempre a Palazzo Madama, in una Sala Nassirya gremita da giornalisti e autorità. De Poli ha ricevuto la targa di Ambassador DIGITALmeet e ha sottolineato «l’obiettivo di diffondere questo tipo di cultura anche per chi non è nativo digitale», mentre Potti si è soffermato sulla voglia di raccontare «un Umanesimo digitale nel quale la tecnologia è un mezzo e non il fine. Quello nato sei anni fa in Triveneto è ormai diventato un progetto-Paese di cui siamo sempre più orgogliosi». La conferenza stampa si è conclusa con la performance della sound designer Chiara Luzzana, che ha eseguito un brano realizzato registrando i suoni del Senato.