“64K Stunning running”: la gara di programmazione di #DM20

27 Novembre 2020
Commodore64.jpg

DIGITALmeet continua e presenta 64K Stunning: una gara rivolta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che prevede di misurarsi con l’affascinante e diverte programmazione del mitico Commodore 64 (o C64, in breve) il computer più venduto al mondo.

L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, è proposta in collaborazione con UMANA e il Museo di Storia dell’Informatica del DI-UNIVR (Dipartimento di Informatica dell’>Università di Verona). La prima edizione si è svolta nel 2017 presso il laboratorio Alfa del DI-UNIVR con veri e proprio C64 restaurati e relative periferiche, grazie anche alla collaborazione del MuPIn (Museo Piemontese dell’Informatica) che per l’occasione ne ha prestato alcuni esemplari; quest’anno, invece, a causa dell’emergenza sanitaria, la gara sarà svolta online tramite l’emulatore VICE.

Il C64 mette a disposizione 39 Kbyte di memoria RAM (38911 byte per l’esattezza) ed un linguaggio interpretato particolarissimo, il BASIC V2, costituito da 71 comandi complessivi fondati sui quei principi del coding che, in quanto tali, sono alla base anche dei moderni linguaggi di programmazione.
Come si potranno realizzare dei programmi con uno spazio di memoria così limitato e senza le potenti ed eleganti istruzioni degli attuali linguaggi come Python, Java, C? Questa è la sfida!

Gli elaborati verranno valutati da una giuria composta da un rappresentate di UMANA, un rappresentante di DIGITALmeet e dal curatore del Museo Storia dell’Informatica del DI UNIVR, esperto nella programmazione del C64, che individuerà il team vincitore.

Durante l’incontro di lancio ci sarà l’occasione di svolgere una breve visita virtuale guidata al Museo di Storia dell’Informatica del DI-UNIVR (I tour guidati sono sempre possibili, sempre gratuiti e comprensivi di un laboratorio di programmazione opzionale; per maggiori informazioni o prenotazioni si invita a visitare la relativa pagina sul il sito dl DI).

 

AGGIORNAMENTO RELATIVO ALL’ESITO DELLA GARA

Si ringraziano le scuole ed i docenti che hanno aderito al contest con entusiasmo coinvolgendo molti dei loro studenti, nonché gli studenti stessi. Gli Istituti partecipanti, tutti veronesi, sono stati: il “M. O. Luciano dal Cero” di San Bonifacio (Informatica e Telecomunicazioni), il “Galileo Galilei” (Liceo Scienze Applicate) e il “Lavinia Mondin” (Liceo Scienze Applicate). I vari gruppi, composti da studenti di diverse età nell’ottica di valorizzare le capacità abbattendo la rigida classificazione scolastica, hanno prodotto tutti degli ottimi elaborati, ognuno distinguendosi per precise caratteristiche. In particolare, il gruppo vincitore, appartenente al “Luciano dal Cero”, ha curato la validazione dell’input realizzando un’interfaccia “fancy” con colori e suoni; il “Galileo Galilei”, invece, è spiccato per l’eleganza e la portabilità del software, mentre il “Lavinia Mondin” per la compattezza e lo stile matematico.

A tutti i partecipanti è stata donata una targa ricordo digitale firmata dai tre soggetti promotori, in cui vengono risaltate le peculiarità del software prodotto. Infine, sarà consegnato un gadget gentilmente offerto da UMANA a tutti i gareggianti.