Blog


digital-beer-etichetta-white-600x294-1.jpg

26 Settembre 2016 1

Birra Digitale, habemus etichetta! Chiuse le votazioni online, per la prima Birra Digitale avete scelto l’etichetta WHITE.

La settimana scorsa abbiamo aperto le votazioni per scegliere l’etichetta della Digital Beer, ovvero la prima birra digitale nata dalla collaborazione tra DIGITLmeet e Birra Antoniana. L’edizione 2016 di DIGITALmeet infatti sarà nel segno della contaminazione, e proprio per questo motivo abbiamo fatto incontrare un team di innovatori ad un beer camp molto particolare, un beer camp che puntava a creare la prima Digital Beer.

Per assaggiarla dovremo aspettare la quarta edizione di DIGITALmeet dal 20 al 23 ottobre in Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e, grande novità di quest’anno, anche in Emilia Romagna.

Birra Digitale, scelta l'etichetta della Digital Beer

Più di mille votanti, vince la WHITE

Siamo stati sorpresi dai tanti voti che sono arrivati in questi giorni: più di mille persone infatti hanno voluto dire la loro sull’etichetta della nostra birra digitale decretando la vittoria della WHITE (796 voti contro 319).

Birra Digitale, scelta l'etichetta

Nei prossimi giorni su queste pagine inizieremo a raccontarvi il programma e gli ospiti della prossima edizione di DIGITALmeet 2016, un festival in cui l’experience diventerà centrale per far uscire il digitale dai nostri computer, tablet e smartphone, e farlo diventare un’esperienza concreta da condividere.



23 Settembre 2016 2

DIGITALmeet sbarca a Modena nell’innovativa Emilia Romagna per un evento sempre più diffuso e open

Digitalmeet 2016 sfonda il tradizionale territorio nordestino di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige per sbarcare alla grande a Modena in Emilia Romagna. A guardar bene wikipedia ci dice che anche l’Emilia Romagna fa parte del cosiddetto Nordest d’Italia. Quel che è certo è che queste Regioni italiane sono accomunate da un fitto reticolo di PMI e da tanta intraprendenza, con tantissimi ottimi imprenditori che hanno fatto la fortuna di questi territori.

E Modena ne è una delle capitali, così quando l’intraprendente e competente assessore all’innovazione del Comune di Modena Ludovica Carla Ferrari ha proposto di sbarcare nella città della Ghirlandina, lo staff di DIGITALmeet non ci ha pensato un attimo, consapevoli che si sarebbe trattato di una nuova iniezione di energia a tutto il festival digitale, ma anche per imparare cose nuove, fare sharing tra territori, in una parola contaminarsi, che è una delle parole d’ordine di DM16.

Gli eventi a Modena

Si parte sabato 22 con il Linux Day e poi un’intera giornata a quello che si chiama il “volontariato digitale”, ovvero Coderdojo per i bambini più piccoli, fabLab, una sorta di digitale che spinge dal basso! Per finire con il mondo della scuola e dell’education, con una iniziativa mirata a comprendere come il digitale cambia il modo di insegnare e di imparare.

Domenica dedicata a smart emergency (più che mai utile in zone che hanno recentemente vissuto in diretta un terremoto), poi gli aspetti etici che implica il digitale, fino all’importante evento della inaugurazione della prima “Cyber Security Academy italiana”, promossa e fortemente voluta dal professore dell’Università di Modena e Reggio Michele Colajanni.

La conclusione è un intera giornata, quella di lunedì 24, alla Fondazione San Filippo Neri dedicata a “Il futuro è una cosa digitale”, promossa Christian Maiolo di AD Consulting, ovvero IoT, Industry4.0, la connessione tra oggetti e cose che porterà entro il 2020 almeno 50 Billions di device interconnesse nel mondo. Una vera rivoluzione digitale, tutta da comprendere per cittadini, imprese, Pubblica Amministrazione. Convegno con ospiti italiani e stranieri al mattino, laboratori e workshop al pomeriggio.

Non è comunque un caso se DIGITALmeet 2016 sbarca in Emilia Romagna, perché in questi territori c’è sicuramente da imparare quanto ad innovazione e capacità a fare gioco di squadra, oggi più che mai requisito di competitività. Non è caso ad esempio che il 70% del traffico dei big data italiani transiti da queste parti!


Nasdaq-Estonia-II-940x589-1.jpg

20 Settembre 2016 1

DIGITALmeet 2016 scalda i motori: la quarta edizione riparte… dall’Estonia, un Paese che può essere un modello digitale di riferimento anche per l’Italia.

Per il quarto anno consecutivo Fondazione Comunica e Talent Garden Padova, in collaborazione con Talent Garden Pordenone, uniscono le forze per dare vita a DIGITALmeet, che dal 20 al 23 ottobre riporterà il mondo di internet e della tecnologia in ogni angolo del Nordest.

La manifestazione è cresciuta molto nel corso delle varie edizioni, sia in fatto di presenze che di qualità degli ospiti che si sono alternati sui palchi degli eventi. Tutto questo anche grazie alla crescente “fame” di digitale che caratterizza il nostro territorio, a quella voglia di scoprire non solo come la tecnologia sta cambiando le nostre abitudini quotidiane, ma come rivoluzionerà completamente la nostra vita domani.

Quale migliore esempio per capire come potrebbe essere l’Italia nel prossimo futuro se non guardando…l’Estonia? Ai più potrà sembrare quanto meno curioso, ma l’Estonia, un piccolo Paese con più di milione di abitanti, è tra le prime nazioni al mondo per quanto riguarda l’innovazione, la diffusione e l’utilizzo delle tecnologie digitali (non a caso è stata soprannominato e-stonia).

Qualche dato sul perché l’Estonia può essere un modello di riferimento anche per l’Italia:

  • da oltre un decennio (10 anni!!!) i cittadini estoni possiedono un PIN unico per poter accedere online a tutti i servizi pubblici
  • oltre 1.100 hotspot wifi (gratuito)
  • ha la più alto rapporto in Europa tra startup e abitanti
  • grazie al digitale e all’analisi dei dati, l’evasione fiscale è scesa notevolmente
  • dal 2015, qualsiasi persona al mondo può richiedere la residenza digitale in Estonia (no, non aiuta a pagare meno tasse)

DIGITALmeet 2016 scalda i motori: la quarta edizione riparte... dall’Estonia

L’Estonia è sicuramente un modello da seguire per quello che riguarda l’impatto positivo delle tecnologie digitali sulla vita delle persone. È per questo motivo che siamo entusiasti di annoverare tra gli ospiti di DIGITALmeet 2016 alcune illustri personalità estoni, tra cui Celia Kuningasl’ambasciatore Estone in Italia, e Jaak Aaviksoo il Rettore della University of Tallin.

Cercheremo di capire insieme a loro qual è la ricetta che si cela dietro questo “miracolo digitale”, e quale può essere la via italiana per diventare un Paese (un po’ più) digitale.

Vi aspettiamo a DIGITALmeet 2016, dal 20 al 23 ottobre in tutto il Nordest!


digital-beer-team-innovatori-1-1200x662.jpg

14 Settembre 2016 1

Dalla collaborazione tra Birra Antoniana e DIGITALmeet è nata la prima Digital Beer. Adesso l’etichetta la scegliete voi.

Birra Antoniana e DIGITALmeet insieme tra innovazione e tradizione per la prima “birra digitale” italiana nel segno della contaminazione. Manca poco più di un mese alla quarta edizione di DIGITALmeet, il più grande e diffuso evento sul digitale del nordest che quest’anno andrà in scena dal 20 al 23 ottobre. Birra Antoniana e Fondazione Comunica scaldano però già i motori con una gustosissima ed originale anteprima: ieri infatti sono iniziati i lavori per creare la prima “Digital Beer”, la birra digitale.

Un team di innovatori del nostro territorio sono stati guidati dal mastro birraio Luciano Masocco in un beercamp per dare vita alla prima “birra digitale”. La Digital Beer che nascerà verrrà poi raccontata e degustata proprio durante la quarta edizione di DIGITALmeet ad ottobre. A questo punto però bisogna scegliere l’etichetta definitiva tra le due selezionate dalla nostra squadra:

Dalla collaborazione tra Birra Antoniana e DIGITALmeet è nata la prima Digital Beer. Adesso però l'etichetta la scegliete voi.

Quale etichetta preferite per la Digital Beer ?

VISUALIZZA I RISULTATI

Loading ... Loading ...

Come potete vedere le etichette sono due: la black (quella a sinistra) e la white (quella a destra). Potete votare in tanti modi: lasciando un commento a questo post, scrivendo una mail a info [@] digitalmeet.it, oppure sulla nostra pagina Facebook o su Twitter. Fateci sapere qual è la vostra etichetta preferite, ad ottobre poi vi sveleremo tutti i segreti i questa birra e, naturalmente, la berremo insieme.

 

Il team degli innovatori che ha creato la #digitalbeer

Alla prima fase di preparazione della Digital Beer hanno partecipato Gianni Potti (Presidente CNCT Confindustria Servizi Innovativi e tecnologici), il Prof. Luca De Pietro (Università di Padova), Anna Viel (Presidente Giovani Imprenditori Confindustria Pd), Luca Giuman (Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi Padova), Davide Baù (Delegato Innovazione Giovani Confindustria del Veneto)  e i giornalisti Riccardo Sandre e Marco De Francesco.

L’evento è stato una succosa anteprima di quello che sarà DIGITALmeet 2016, un festival in cui l’experience diventerà centrale per far uscire il digitale dai nostri computer, tablet e smartphone, e farlo diventare un’esperienza concreta da condividere. Oggi abbiamo iniziato a “sporcarci le mani” gettando le basi di quello che sarà l’evento a cui parteciperemo ad ottobre e puntando su uno dei valori che sta alla base del mondo digitale (e non solo), la contaminazione


X