DIGITALmeet sbarca a Modena nell’innovativa Emilia Romagna

23 settembre 2016 2
Modena_Palazzo_Comunale_e_Duomo-1-1200x900.jpg

DIGITALmeet sbarca a Modena nell’innovativa Emilia Romagna per un evento sempre più diffuso e open

Digitalmeet 2016 sfonda il tradizionale territorio nordestino di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige per sbarcare alla grande a Modena in Emilia Romagna. A guardar bene wikipedia ci dice che anche l’Emilia Romagna fa parte del cosiddetto Nordest d’Italia. Quel che è certo è che queste Regioni italiane sono accomunate da un fitto reticolo di PMI e da tanta intraprendenza, con tantissimi ottimi imprenditori che hanno fatto la fortuna di questi territori.

E Modena ne è una delle capitali, così quando l’intraprendente e competente assessore all’innovazione del Comune di Modena Ludovica Carla Ferrari ha proposto di sbarcare nella città della Ghirlandina, lo staff di DIGITALmeet non ci ha pensato un attimo, consapevoli che si sarebbe trattato di una nuova iniezione di energia a tutto il festival digitale, ma anche per imparare cose nuove, fare sharing tra territori, in una parola contaminarsi, che è una delle parole d’ordine di DM16.

Gli eventi a Modena

Si parte sabato 22 con il Linux Day e poi un’intera giornata a quello che si chiama il “volontariato digitale”, ovvero Coderdojo per i bambini più piccoli, fabLab, una sorta di digitale che spinge dal basso! Per finire con il mondo della scuola e dell’education, con una iniziativa mirata a comprendere come il digitale cambia il modo di insegnare e di imparare.

Domenica dedicata a smart emergency (più che mai utile in zone che hanno recentemente vissuto in diretta un terremoto), poi gli aspetti etici che implica il digitale, fino all’importante evento della inaugurazione della prima “Cyber Security Academy italiana”, promossa e fortemente voluta dal professore dell’Università di Modena e Reggio Michele Colajanni.

La conclusione è un intera giornata, quella di lunedì 24, alla Fondazione San Filippo Neri dedicata a “Il futuro è una cosa digitale”, promossa Christian Maiolo di AD Consulting, ovvero IoT, Industry4.0, la connessione tra oggetti e cose che porterà entro il 2020 almeno 50 Billions di device interconnesse nel mondo. Una vera rivoluzione digitale, tutta da comprendere per cittadini, imprese, Pubblica Amministrazione. Convegno con ospiti italiani e stranieri al mattino, laboratori e workshop al pomeriggio.

Non è comunque un caso se DIGITALmeet 2016 sbarca in Emilia Romagna, perché in questi territori c’è sicuramente da imparare quanto ad innovazione e capacità a fare gioco di squadra, oggi più che mai requisito di competitività. Non è caso ad esempio che il 70% del traffico dei big data italiani transiti da queste parti!